home

laghi Lazio

 

IL LAGO DI BRACCIANO, IL CASTELLO ODESCALCHI  E LE TERME DI VICARELLO

 

Volendo si arriva facilmente nel centro della cittadina di Bracciano anche prendendo un treno regionale a Roma Ostiense ovvero a Roma Trastevere ovvero ancora in altre stazioni romane sul percorso.

Ed ovviamente i turisti sono poi facilmente interessati dal lago, dal bel borgo e dal famoso castello Odescalchi che- in determinate fasce orarie- si può visitare pagando un biglietto d'ingresso. All'interno vi sono diversi interessanti affreschi rinascimentali ed alcuni arredi. Non mancano i ristorantini anche nei pressi del castello.

 


panorama del lago dal belvedere di Bracciano, foto ap 2013
il lago ha un'estensione di oltre 57 km quadrati; oltre a Bracciano i comuni interessati dal lago sono Anguillara Sabazia e Trevignano Romano


 



altra veduta panoramica del lago, foto ap 2013
un consorzio effettua servizio pubblico di navigazione solo dalla primavera al mese di settembre


 


veduta del lago dai giardini del castello Odescalchi, foto ap 2013
il lago è visibile anche da diverse finestre del castello

 



il castello di Bracciano, foto ap 2013

 


una delle torri del castello, foto ap 2013
nelle vicinanze di questa torre è il duomo visitabile solo a richiesta


 

 


il castello Odescalchi nel contesto del borgo di Bracciano, foto ap 2013

 


la zona di Vicariello in una vecchia foto

Vicarello è una frazione del comune di Bracciano che ha una certa notorietà per le sue terme di acqua calda (utilizzate da tempi remoti) e per alcuni interessanti ritrovamenti archeologici (i primi nel 1852, altri in tempi successivi). In epoca romana la zona era individuata come Aquae Apollinares. Nel primo scavo furono trovati, oltre a numerose monete ed altri reperti, anche quattro bicchieri in argento sul quale sono incisi alcuni interessanti itinerari dell'epoca ( da Gades-ora Cadice- fino a Roma). Questi notevoli reperti- databili al 330 circa- sono ora al Museo Nazionale Romano.

Poi non va tralasciato che in zona c'è il Museo Storico dell'Aeronatica (Vigna di Valle) e che meritano una passeggiata anche i borghi di Anguillara Sabazia e di Trevignano. Alcuni reperti del centro etrusco-romano di Sabate sono conservati in un antiquarium di quest'ultima cittadina.

Va infine segnalato che nel 1938 sul lago di Bracciano fu approntato un aeroscalo per gli idrovolanti. E questi furono talora molto grandi e capienti ( le versioni italiane dei c.d. Dornier Do X furono dedicate agli aviatori Umberto Maddalena ed Alessandro Guidoni).


parco naturale di Bracciano

i bicchieri di Vicarello

Villa romana delle Mura di Santo Stefano

arte nel castello Odescalchi: Antoniazzo Romano

 

home