ACQUE NEL LAZIO

 

introduzione

laghi

acque minerali

L'acqua è un elemento che ha pienamente coinvolto le popolazioni che in questa regione si sono succedute nel corso dei secoli. Fiumi e laghi sono numerosi ma non sono distribuiti in modo omogeneo. Le sorgenti sono in genere nelle vicinanze delle zone montuose e talune in prossimità dell'Abruzzo. Le caratteristiche geologiche regalano poi alla regione ottime acque minerali già apprezzate da personaggi storici.

Con qualche similitudine rispetto agli Egizi che ben sapevano governare il Nilo per le esigenze dell'agricoltura, gli etruschi che prevalentemente occupavano la parte nord del Lazio raggiunsero livelli elevati nell'ingegneria idraulica . Successivamente i romani costruirono, entro gli ampi confini del loro impero, opere idrauliche che ancora oggi meravigliano turisti e tecnici. Tuttavia fino ai tempi moderni le zone paludose (in genere vicine alle coste marine) crearono parecchi problemi.  Esistono anche laghi prossimi al mare (il più grande di questi è il Lago di Fondi). Relativamente alle sorgenti sono importanti quelle del Peschiera e Le Capore, quelle dell'Aniene ed altre ancora.


Nella parte bassa della pagina abbiamo selezionato alcuni link fra i più interessanti sul tema delle acque nel Lazio.



Ninfa (Lt), foto Alpav 2006; scheda su Ninfa




Ninfa (Lt), foto Alpy 2006

 


La cascata del Liri (Fr), foto archivio APT Frosinone



 



Canale Monterano (Rm)  , foto Iride G. 2006 ; approfondimento Monterano

 
  Rieti: fiume Velino, cartello per la pesca e rudere ponte romano vicino al moderno ; foto Paolo Campanelli. Lallaria 2005
cortesia Apt-Rieti & Sabina Mater

 

link consigliati

 

home